Phi Science su Il Sole 24 Ore 20/12/2018

Home / News / Phi Science su Il Sole 24 Ore 20/12/2018

Phi Science in un articolo uscito su Il Sole 24 Ore Speciale Chimica: Realtà Eccellenti – 20 dicembre 2018

La Scienza al servizio delle aziende – Phi Science S.r.l: assistenza a 360 ° nell’uso di sostanze chimiche

Le attuali politiche nazionali ed internazionali mirano a garantire la sicurezza delle sostanze chimiche e la competitività internazionale delle industrie.
Il quadro normativo in materia è estremamente complesso.

Spazia dai regolamenti comunitari fino alle ordinanze comuna­li, passando per la classificazione ed etichettatura di sostanze e preparati pericolosi. Oltre al trasporto di sostanze e merci pericolose, la sicurezza alimentare, la normativa in materia ambienta­le, la sicurezza sul lavoro.

Appare immediatamente in maniera evidente come la complessità del tema abbia alzato il livello di competenza e di specializzazione necessario per bilanciare la competitività aziendale con il rispetto normativo.

Le aziende italiane si trovano perciò a dover affrontare una pressione normativa sempre maggiore e in continua evoluzione. Una situazione che, in molti casi induce perplessità e disorientamento, sia a livello nazionale  che internazionale. Infatti l’esigenza di ottemperare alle specifiche prescrizioni in materia di sicurezza delle sostanze chimiche, richiede sforzi economici e di risorse umane sempre maggiori.

Phi Science Srl

PHI SCIENCE S.r.l. nasce nel 2010 dalla constatazione che l’utilizzo di prodotti chimici è un processo tra­sversale, capace di coinvolge tutti i settori manifatturieri. Esso comporta una serie di criticità che le aziende sono tenute ad affrontare.

Dall’idea dei soci fondatori Andrea Nicolotti e Massimo Farina ha così avuto origi­ne una società interamente formata da chimici. Una società che pone la sicurezza chimica al centro della propria mission aziendale.
Fonda i sui valori sul motto “Non è tanto dell’aiuto degli altri che abbiamo bisogno ma del poterci fare affidamento”.

La PHI SCIENCE nel tempo, si è strutturata in due divisioni incentrate su ambiti differenti per meglio rispondere alle esigenze del mercato.
La prima riguarda le tematiche ambiente e sicurezza (Dlgs 152/06, Seveso, ATEX, Dlgs 81/08).
La seconda, quella regolatoria (REACh, CLP, GHS, BPR).

La finalità di PHI SCIENCE è quella di collaborare col mondo economico e produttivo trasferendo le proprie conoscenze scientifiche e la propria esperienza. Aiutare nella risoluzione dei problemi aziendali al fine di supportare le imprese con idee e soluzioni per sostenere la coerenza e la reputazione d’impresa attraverso interventi in materia di ambiente, sicurezza e responsabilità sociale.

Competenze specifiche

La recente entrata in vigore del regolamento (UE) 528/2012 (Regolamento Biocidi BPR), è un esempio concreto della necessità di affrontare un tema complesso con risvolti economici e di mercato importanti.
La norma permette in alcuni casi di continuare a commercializzare i propri prodotti. Come? Facendoli rientrare nel campo dei presidi medico chirurgici anziché doverli autorizzare come biocida, per non doverli togliere dal mercato con indubbi risvolti economici e di mercato.

Da qui la necessità di competenze specifiche. Anche le modalità di notifica delle informazioni riguardanti le miscele pericolose ai centri antiveleni nazionali, si modificherà sostanzialmente nel prossimo futuro con l’attivazione del portale unico per la notifica ai centri antiveleni di ECHA (PCN).
Tale adeguamento insieme all’introduzione dell’UFI (Unique Formula ldentifier) e i relativi impatti sull’etichettatura dei prodotti immessi sul mercato, apporterà ulteriori elementi di complessità che dovranno essere affrontati per mantenere il proprio livello di competitività sul mercato internazionale.

uecosmetici